I trend più interessanti con l’Intelligenza artificiale generativa

LA CRESCITA ESPONENZIALE DELLA IA

 

L’intelligenza artificiale ha permeato le nostre vite in modo incrementale, dalla tecnologia che alimenta i nostri smartphone alle funzionalità di guida autonoma sulle auto, fino agli strumenti che i rivenditori utilizzano per sorprendere e deliziare i consumatori. Di conseguenza, il suo progresso è stato quasi impercettibile. Pietre miliari chiare, come quando AlphaGo, un programma basato sull’intelligenza artificiale sviluppato da DeepMind, ha sconfitto un giocatore campione del mondo di Go nel 2016, sono state celebrate ma poi sono rapidamente svanite dalla coscienza del pubblico.

Le applicazioni di intelligenza artificiale generativa come ChatGPT, GitHub Copilot, Stable Diffusion e altre hanno catturato l’immaginazione delle persone di tutto il mondo in un modo che AlphaGo non ha fatto, grazie alla loro ampia utilità – quasi tutti possono usarle per comunicare e creare – e alla capacità soprannaturale di avere una conversazione con un utente. Le più recenti applicazioni di intelligenza artificiale generativa possono eseguire una serie di attività di routine, come la riorganizzazione e la classificazione dei dati. Ma è la loro capacità di scrivere testi, comporre musica e creare arte digitale che ha conquistato i titoli dei giornali e ha convinto i consumatori e le famiglie a sperimentare da soli. Di conseguenza, un insieme più ampio di stakeholder è alle prese con l’impatto dell’IA generativa sul business e sulla società, ma senza molto contesto che li aiuti a dargli un senso.

 

IL VALORE AGGIUNTO NEL BUSINESS DELLA IA GENERATIVA

Una recente ricerca di Mc Kinsey stima che l’IA generativa potrebbe aggiungere l’equivalente di $ 2,6 trilioni a $ 4,4 trilioni all’anno nei 63 casi d’uso che abbiamo analizzato: in confronto, l’intero PIL del Regno Unito nel 2021 è stato di $ 3,1 trilioni. Ciò aumenterebbe l’impatto di tutta l’intelligenza artificiale dal 15 al 40 percento. L’interesse delle aziende per l’IA generativa è così significativo che ABI Research prevede che aggiungerà più di 450 miliardi di dollari di valore in 12 verticali entro il 2030. L’intelligenza artificiale generativa sarà utilizzata in modo diverso in ogni settore, con la vendita al dettaglio e l’e-commerce che saranno i maggiori beneficiari dell’adozione della tecnologia. Il valore dell’IA generativa nei contesti aziendali deriva da enormi guadagni di produttività, dall’accelerazione del time-to-market per nuovi prodotti/servizi e dal miglioramento del servizio clienti.

A tal proposito due studenti di dottorato del MIT, Shakked Noy e Whitney Zhang, hanno recentemente pubblicato un documento di lavoro, “Prove sperimentali sugli effetti sulla produttività dell’intelligenza artificiale generativa“, che riassume i risultati del loro esperimento che incorpora ChatGPT nelle attività di scrittura specifiche per l’occupazione dei professionisti di medio livello. L’esperimento ha scoperto che con l’input dell’IA generativa, i partecipanti sono diventati quantitativamente più produttivi in meno tempo.

La produttività è stata misurata come guadagni al minuto. L’intervento sperimentale ha aumentato il risultato del 37%, riducendo i tempi di attività di 10 minuti. ChatGPT ha anche avuto un impatto sulla distribuzione dei compiti/tempo dei partecipanti. Nel primo compito, i partecipanti hanno trascorso il 25% del loro tempo a fare brainstorming, il 50% a scrivere una bozza e il 25% a modificare. Con ChatGPT, la scrittura delle bozze è diminuita di oltre il 50% e il tempo di editing è più che raddoppiato.

 

I CASI DI USO

Circa il 75% del valore che i casi d’uso dell’IA generativa potrebbero offrire rientra in quattro aree: operazioni con i clienti, marketing e vendite, ingegneria del software e ricerca e sviluppo. Attraverso 16 funzioni aziendali, abbiamo esaminato 63 casi d’uso in cui la tecnologia può affrontare specifiche sfide aziendali in modo da produrre uno o più risultati misurabili. Gli esempi includono la capacità dell’IA generativa di supportare le interazioni con i clienti, generare contenuti creativi per il marketing e le vendite e redigere codice informatico basato su prompt in linguaggio naturale, tra molte altre attività.

Il settore bancario, l’alta tecnologia e le scienze della vita sono tra i settori che potrebbero avere il maggiore impatto in percentuale dei loro ricavi dall’IA generativa. Nel settore bancario, ad esempio, la tecnologia potrebbe fornire un valore pari a 200-340 miliardi di dollari aggiuntivi all’anno se i casi d’uso fossero pienamente implementati. Anche nel commercio al dettaglio e nei beni di consumo confezionati, l’impatto potenziale è significativo, compreso tra 400 e 660 miliardi di dollari all’anno.

 

 

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIN
  • Pinterest
Share
Leave a reply

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy