La realtà aumentata applicata al Business

Il mercato globale dell’Augmented Reality (AR) o realtà aumentata e delle sue applicazioni nel 2022 valeva 38,56 miliardi di dollari nel 2022. Da qui al 2030, si prevede che aumenterà a un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 39,8%. Una tendenza dovuta soprattutto all’interesse di player come Google, Microsoft e Apple che stanno sperimentando numerose applicazioni in diversi settori aziendali. Vediamo di seguito quali sono quelle a oggi più promettenti. L’AR è l’uso della tecnologia per aggiungere qualità artificiali e digitali agli oggetti della vita reale. Ogni volta che si utilizza un software o un dispositivo per aggiungere nuove immagini, suoni o stimoli sensoriali a qualcosa che si vede, questa è AR. La realtà aumentata può sembrare futuristica, ma la sua tecnologia di base è relativamente familiare e semplice. L’AR combina la visione artificiale, la mappatura, la localizzazione e la tecnologia di tracciamento della profondità per consentire a una piattaforma di ottenere, analizzare e inviare dati. Questi dati sono alla base della tua esperienza sensoriale aumentata.

La realtà aumentata (AR) è una tecnologia che sovrappone oggetti virtuali a una visualizzazione dal vivo di ambienti fisici, aiutando gli utenti a visualizzare come questi oggetti si adatterebbero al loro mondo fisico. Anche se l’AR è nelle sue prime fasi di crescita, i leader del settore come il CEO di Apple, Tim Cook, e il direttore della realtà virtuale (VR) e dell’AR di Google, Greg Jones, hanno lodato il suo potenziale per trasformare l’esperienza di vendita al dettaglio. Con il lancio di toolkit AR da parte dei giganti della tecnologia Apple e Google, è ora più facile per le aziende sviluppare le proprie app mobili abilitate all’AR. Saltando sul carro del vincitore, Facebook ha recentemente introdotto annunci pubblicitari display abilitati all’AR per il suo News Feed (Carnahan 2019), rendendo la tecnologia ancora più accessibile alle aziende. L’AR migliora e ridefinisce persino il modo in cui dipendenti e clienti possono completare attività impegnative o costose, o anche fisicamente impossibili, con maggiore efficienza e maggiore produttività. Secondo Fortune Business Insights, si prevede che il mercato AR raggiungerà i 97,76 miliardi di dollari entro il 2028.

Ma cerchiamo di capire insieme quali possono essere i principali casi di uso e i settori in cui la realtà aumentata è già stata sperimentata con successo:

Commercio al dettaglio

 Il settore della vendita al dettaglio è uno dei principali beneficiari delle applicazioni di realtà aumentata. L’AR trasforma l’esperienza di acquisto, consentendo ai clienti di visualizzare i prodotti nel loro ambiente naturale prima dell’acquisto. I rivenditori di decorazioni per la casa possono offrire ai clienti una visione virtuale di come appariranno i mobili e gli oggetti di arredamento nelle loro case. Ad esempio, Wayfair utilizza la realtà aumentata per mostrare agli acquirenti come appariranno i mobili nelle loro case. Nel settore della moda, l’AR consente prove virtuali, migliorando l’esperienza di acquisto online.

Beni immobili

La realtà aumentata sta funzionando bene nel settore immobiliare. Offre modi innovativi per mostrare le proprietà semplifica il processo di acquisto e affitto e migliora l’esperienza complessiva del cliente. L’AR consente tour virtuali della proprietà, visualizzazione della proprietà, home staging interattivo, informazioni sul quartiere e materiali di marketing aumentati, migliorando la gestione della proprietà e promuovendo proiezioni più coinvolgenti. Di conseguenza, l’AR rende le transazioni immobiliari più efficienti, informate e coinvolgenti per acquirenti e venditori.

Sanità

L’AR ha rivoluzionato lo sviluppo di app per l’assistenza sanitaria, offrendo una miriade di vantaggi. Migliora la diagnosi consentendo ai pazienti e agli operatori sanitari di comprendere meglio i sintomi, portando a cure più efficaci ed efficienti.. L’AR ha anche semplificato gli interventi chirurgici, fornendo accesso in tempo reale ai dati vitali dei pazienti per procedure precise. Consente ai chirurghi di sovrapporre l’anatomia del paziente al corpo, garantendo percentuali di successo più elevate e tempi di recupero più brevi. Inoltre, l’AR trasforma la formazione medica, immergendo gli studenti in scenari di vita reale per valutare le loro conoscenze, le capacità di risoluzione dei problemi e la resilienza emotiva nella cura del paziente.

Manifatturiero

Le piattaforme di realtà aumentata rappresentano un’opportunità significativa per gli impianti di produzione di migliorare i propri processi e flussi di lavoro, con il vantaggio di un rapporto costo-efficacia rispetto a complessi investimenti hardware. Può semplificare l’onboarding, consentendo ai nuovi dipendenti di accedere a indicazioni e istruzioni interattive, migliorando la sicurezza e riducendo i tempi di avviamento. Inoltre, le sovrapposizioni AR nelle fabbriche forniscono informazioni in tempo reale sulle prestazioni delle apparecchiature e delle infrastrutture, migliorando l’accessibilità delle informazioni operative.

Turismo

 Il turismo è uno dei settori forse più promettenti per le applicazioni di AR, che può funzionare come guida virtuale e molto realistica. Le app mobili GPS con AR possono essere molto utili per mostrare percorsi e indicazioni verso destinazioni turistiche desiderabili.

Può tradurre i segnali sulla strada e fornire informazioni sulle visite turistiche. I musei che richiedono informazioni più approfondite sulle mostre possono essere resi fattibili. Le persone non dovranno pagare per una guida, ma sovrapponendo il proprio telefono a qualsiasi statua o scheletro possono ottenere informazioni complete sull’aspetto della creatura.

Social media

L’AR nei social media va oltre i tradizionali post e selfie, trasformando il modo in cui condividiamo e consumiamo i contenuti. Una delle applicazioni più notevoli dell’AR nei social media è la proliferazione di filtri e lenti AR. Piattaforme come Snapchat, Instagram e Facebook hanno integrato funzionalità AR che consentono agli utenti di aggiungere maschere, animazioni ed effetti digitali stravaganti alle loro foto e video. Anche le piattaforme di social media hanno iniziato a sperimentare funzionalità AR basate sulla posizione. Ad esempio, gli utenti possono sbloccare filtri o esperienze speciali quando visitano luoghi o punti di riferimento specifici, rendendo la condivisione delle esperienze di viaggio più emozionante e interattiva.

 

 

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIN
  • Pinterest
Share
Leave a reply

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy